Controllo di Gestione

CONTROLLO DI GESTIONE E PERFORMANCE

Solo se possiede un Sistema di Misurazione può controllare,
valutare e rendicontare per il suo Ente

FOCUS PA


grafico_torta

Ha sotto controllo l’intera attività amministrativa e gestionale del Suo Ente?

Il Sindaco si espone nel redigere il referto semestrale alla corte dei conti (Art 148 Tuel)?

I dirigenti dispongono di tecnologie idonee per facilitare le funzioni di controllo e valutazione?


La normativa oggi:

il DL 174/2012 obbliga, a partire dal 1 gennaio 2015, i comuni con popolazione superiore a 15.000 abitanti devono dotarsi di un sistema per il controllo strategico in modo da interagire nel DUP tutta la programmazione dell’Ente.

Rischi per i dirigenti

Il riconoscimento della retribuzione di risultato è legato all’esito di processi di valutazione dei risultati dell’attività dirigenziale in relazione ad obiettivi previamente stabiliti, chiari, concreti e misurabili sulla base di specifici indicatori di performance. La Corte dei Conti dell’Emilia Romagna (sentenza n. 4/2014) ha condannato i dirigenti a restituire i compensi perché non avevano detti requisiti.

“Cambia prima di essere costretto a farlo”

Jack Welck (ex CEO General Electric)


Oggi adempiere alla normativa, e rispettare tutte quelle che sono le necessità
di un corretto controllo, è semplice ed economico!

Attraverso Focus PA, si può disporre di uno strumento in grado di far fronte a tutte quelle che sono le necessità amministrative e gestionali per un Ente pubblico, con semplicità ed immediatezza (senza entrare ed uscire da menu) rendendolo uno strumento in grado di fornire conoscenza e controllo con semplici click!

Inoltre la sua illimitata potenzialità di utilizzo, lo rende uno strumento unico nel suo genere!


Che cosa è Focus PA?

Focus PA sono cruscotti direzionali composti da fogli ed oggetti (elenchi, tabelle e grafici) alimentati automaticamente dalle procedure interne o esterne all’ente e consentono di:

  • operare semplicemente con il mouse senza necessariamente avere conoscenze informatiche;
  • avere tutti i dati di bilancio dei vari anni senza bisogno di estrazioni o query;
  • dare immediate risposte a qualsiasi domande;
  • monitorare e controllare le performance dell’Ente attraverso gli obiettivi definiti e lo stato di avanzamento;
  • disporre sempre di tutti i dati in tabelle o grafici per redarre referti e relazioni;
  • poter facilmente condividere e comunicare con personale, amministratori e cittadini i dati delle performance, del bilancio e dei vari progetti dell’Ente

e molto altro ancora…

Dirigenti, responsabili e amministratori saranno in grado prontamente di comprendere e monitorare la situazione e gli equilibri finanziari (DL 174/2012 e DL 118/2011), razionalizzare le spese (Spendig Review), valutare le performance del personale e dell’Ente (DL 150/2009), successivamente valutare gli impatti (outcome) delle scelte strategiche dell’amministrazione (DL 174/2012).

Il cruscotto diventa il principale strumento che attua le metodologie per garantire il controllo contabile, la regolarità e la coerenza dell’azione amministrativa e valutare l’adeguatezza delle scelte compiute in sede di attuazione dei piani, dei programmi e degli strumenti di determinazione dell’indirizzo politico, in termini di congruenza tra risultati conseguiti e gli obiettivi predefiniti.


Disporre di Focus PA significa anche RISPARMIO:

ECONOMICO…

l’investimento dell’Ente sarà circa un 60% in meno rispetto a quanto richiesto dal mercato per prodotti di Businnes intelligence

Calculating Savings

DI TEMPO…

semplici click permettono di estrapolare in pochi minuti dati per i quali servirebbe impegnare personale per giorni e giorni

risparmio_tempo2


Scopra la testimonianza del segretario del comune di Ladispoli

“A gennaio 2015 il Segretario Generale  del comune di Ladispoli (RM), Dott. Luigi Annibali, ci contatta perché essendo il comune in possesso del cruscotto finanziario e di quello strategico, ha notato che, mentre il cruscotto strategico viene utilizzato in modo costante non lo era quello finanziario. Abbiamo organizzato una presentazione del cruscotto con i loro i loro dati aggiornati. Dopo una veloce navigazione sui dati seguendo specifiche richieste, il Dott. Annibali ha fatto una considerazione: ” in oltre 30 anni di professione non ho mai visto tutto il bilancio in questo modo. Ho sempre desiderato quanto sto vedendo. Comunque va oltre le mie aspettative. “Voi non vendete un prodotto, portate conoscenza.”  Infatti poteva chiarire questioni legate al bilancio dell’Ente direttamente ed immediatamente, senza richiedere ad altri estrazioni o essere guidato entrando ed uscendo dai menu della sua procedura finanziaria”.


Scopra cosa ne pensano gli esperti

monacelli

“Per un Sindaco diventa un elemento qualificante per la sua Amministrazione sapere che i dirigenti possono fruire di tecnologie di Business Intelligence (FocusPA) per Analizzare i dati del bilancio e per gestire gli Obiettivi di Mandato perchè, potendo i dirigenti rispondere immediatamente senza gravare sulle loro attività, ci consentirà di essere costantemente allineati sulla situazione finanziaria e sulla progettualità del comune e quindi di poter comunicare e rispondere, in modo oggettivo, alle numerose istanze provenienti dalla società e dalla politica e di affrontare in modo consapevole le difficoltà attuali nell’allocare le scarse risorse finanziarie.”

Ing. Francesco Monacelli – Ex Sindaco del Comune di Fossato di Vico esperto in materia di pianificazione strategica e controlli, docente e consulente ict e Sistemi direzionali per Enti Pubblici

delfrate

“L’implementazione del controllo strategico, come risultante dall’art.147-ter del TUEL novellato dall’art. 3 del DL 174/2012, oltre ad essere un preciso obbligo di legge per i Comuni superiori ai 15 abitanti, realizza un importante strumento di controllo organizzativo, insieme al controllo di gestione ed al controllo di regolarità amministrativo- contabile, al servizio del processo di misurazione e valutazione della performance dell’amministrazione nel suo complesso ed al fine di “legittimare” qualsiasi tipo di erogazione non autoreferenziale del salario accessorio del personale anche senza qualifica dirigenziale, coerentemente ai pronunciamenti della magistratura contabile in sede di controllo ed in via giurisdizionale.”

Dott. Luca Del Frate – Esperto in materia, Consulente e docente in organizzazione delle risorse umane ed in processi di programmazione e controllo nella PA. Componente e Presidente di Organismi Indipendenti di Valutazione di Enti Locali. Già Responsabile di Servizio “Organizzazione e personale” presso Enti locali


PER AVERE SUBITO UNA DIMOSTRAZIONE GRATUITA DI FOCUS PA

compili il form qui a destra, verrà contattata da un nostro incaricato per fissare un incontro presso il Suo Ente, così da presentarle senza impegno le potenzialità dello strumento

mail







Con l'invio del modulo l'interessato autorizza al trattamento dei dati secondo il dlgs 196/03 e smi. Euristica s.r.l., in qualità di titolare del trattamento, garantisce il rispetto dei requisiti previsti. Informativa completa resa ai sensi dell'articolo 13 del dlgs 196/03 disponibile al link seguente: Privacy Policy.

* campi obbligatori.